Cart is empty

Lezione E-Learning 11 – LE NOVITÀ CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI IN APPLICAZIONE DELLE RISORSE DA PNRR

Dopo aver effettuato l’iscrizione verrà inviata all’iscritto una mail con le istruzioni di accesso al servizio. La lezione sarà disponibile a partire da Venerdì 29 aprile 2022. Per la singola lezione il servizio è fruibile per gg. 30 dal primo accesso e comunque entro e non oltre il 30 novembre 2022

Lezione E-Learning 11 - LE NOVITÀ CONTABILI DEGLI ENTI LOCALI IN APPLICAZIONE DELLE RISORSE DA PNRR

per Iscritti Ancrel

Prezzo della lezione:

61,00

(IVA compresa)

Relatore

Dott. Matteo Barbero

Durata

2 ore

Contenuti lezione

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) vale complessivamente 191,5 miliardi (68,9 a fondo perduto, 122, 6 di prestiti), Di questi, circa 70 miliardi (fra il 35 e il 37% del programma complessivo) dovranno essere gestire da Regioni ed enti locali.
Il corso analizza l’impatto del Pnrr sulle amministrazioni locali con particolare riguardo ai seguenti ambiti:
• la programmazione. In questo ambito dovremo verificare l’impatto delle nuove regole sugli strumenti ordinari, a partire dal Dup, che dovremo far convivere con i tanti ulteriori acronimi in via di gestazione (dal Piao al Dip previsto dalle linee guida del Ministero infrastrutture passando per il Pfte);
• la contabilità. Qui l’obiettivo è, a dir poco ambizioso ( si tratta di una riforma abilitante): dotare il settore pubblico di un sistema contabile “unico”, e non più “semplicemente” uniforme e omogeneo come quello attualmente in vigore, disegnato nei suoi principi e criteri essenziali dalla legge di contabilità e finanza pubblica (legge 196/2009), e introdotto separatamente dal Dlgs 118/2011 (e dai suoi tredici correttivi) per le autonomie locali, e dal D.Lgs. 91/2011 per le amministrazioni centrali. Secondo elemento di novità: il sistema contabile descritto dal Pnrr vede la natura economico-patrimoniale dei valori “al centro” delle rilevazioni contabili e del sistema di bilancio, e non più semplicemente “a fini conoscitivi” rispetto alla natura finanziario-autorizzatoria dei valori medesimi. Terzo elemento di novità: il sistema contabile di natura economico-patrimoniale è basato sul principio accrual, in base al quale i fatti di gestione vengono contabilizzati indipendentemente dal momento in cui si verificano le transazioni di cassa. Ma anche la contabilità finanziaria dovrà adattarsi, passando attraverso una revisione del piano dei conti (già prevista dall’articolo 15 del D.L.77/2021), l’applicazione delle nuove regole sulla contabilizzazione dei contributi (l’articolo 15 dello stesso D.L. 77 introduce la possibilità di accertare sulla base del provvedimento di riparto o assegnazione, senza dover attendere l’impegno di spesa dell’ente erogante) e la complessa gestione della cassa (con la previsione della possibilità di disporre anticipazioni da destinare ai soggetti attuatori dei progetti);
• la gestione del personale.

Obiettivi e struttura del corso

Con la proposta della “FORMAZIONE ENTI LOCALI E-LEARNING 2022” si intende fornire uno strumento di formazione ed aggiornamento per soggetti che operano negli enti locali ed in particolare è rivolto ai responsabili di servizio e ai revisori degli enti locali in quanto le lezioni sono utili strumenti operativi sia da parte di chi deve predisporre gli adempimenti sia da parte di chi li deve controllare.

Per gli iscritti all’ODCEC o all’Elenco dei Revisori Legali tenuto presso il MEF il conseguimento dei crediti formativi permette l’iscrizione/mantenimento nell’Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal Ministero dell’Interno e nel contempo anche di assolvere, per gli iscritti all’ODCEC, agli obblighi di formazione continua previsti dal regolamento emanato dal CNDCEC.

Collegamento

Dopo aver effettuato l’iscrizione verrà inviata all’iscritto una mail con le istruzioni di accesso al servizio. Per la singola lezione il servizio è fruibile per gg. 30 dal primo accesso e comunque entro e non oltre il 30 novembre 2022

Attestato di partecipazione per tutti gli iscritti

A seguito delle lezioni frequentate verrà inviato a mezzo mail un attestato di partecipazione.

Destinatari

Crediti formativi

Per ogni ora di lezione di effettiva frequenza verrà riconosciuto un credito formativo valido per l’iscrizione/mantenimento all’Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal Ministero dell’Interno (per gli iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e per gli iscritti all’Elenco dei Revisori Legali tenuto dal MEF) e per la Formazione Professionale Continua prevista dal CNDCEC (solo per gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili – codice di accreditamento per la FPC: C.7 bis).
L’attribuzione dei crediti formativi validi per l’Elenco dei Revisori degli Enti Locali sarà subordinata al sostenimento e superamento di un test finale (che verrà proposto al termine di ogni lezione).
Il test si riterrà superato con almeno l’80% di risposte esatte (almeno 4 risposte esatte su 5 domande). Il test, se non superato, non è ripetibile.
L’erogazione e la registrazione dei crediti validi per l’iscrizione/mantenimento nell’Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal Ministero dell’Interno avverrà a cura dell’ODCEC di Belluno (per le Regioni a Statuto Speciale e per le Provincie Autonome di Trento e Bolzano va presentata successivamente una richiesta da parte dell’iscritto alla Commissione territoriale competente per la validazione dei crediti per l’iscrizione ai rispettivi Elenchi territoriali).
I crediti ai fini dell’iscrizione/mantenimento all’Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal Ministero dell’Interno vanno conseguiti entro il 30 novembre 2022 (per le Regioni a Statuto Speciale e per le Provincie Autonome di Trento e Bolzano valgono i termini previsti dal Regolamento dei rispettivi Enti territoriali).

Shopping Basket